"Progetto IN-FORMA La scala del sapere in rete: valutare per non disperdere"

Come nasce

"La  scala del sapere in rete: valutare per non   disperdere” scala del sapere in rete logo

 

 

 COME NASCE IL PROGETTO

 

Il progetto  nasce dall'esigenza di offrire a ciascun alunno pari opportunità nel passaggio da un ordine di scuola all’altro indipendentemente dalla scuola di provenienza.

Considerate le richieste di corsi aggiornamento sulla valutazione e sulle difficoltà di apprendimento in generale e i disturbi specifici di apprendimento emerse nel Collegio dei docenti, per garantire al meglio, gli apprendimenti, nasce l’idea di un progetto che consenta:

Clipboard stilizzati

  • agli alunni una concreta continuità, garantendo il diritto a percorsi organici, completi e graduali nel passaggio alla scuola secondaria di 1° e nella costruzione della propria identità;
  • agli insegnanti un sostegno nell’ individuazione dei punti di maggiore debolezza dell’azione didattica e nel cercare risposte adeguate ai problemi di apprendimento; i quali individuano gli elementi comuni, condividono ed approfondiscono i linguaggi ,  partendo dalla definizione di un sistema metodologico condiviso, per giungere a concretizzare una valutazione degli apprendimenti e delle competenze riferiti ad un curricolo verticale comune.

Inoltre per rispondere alla richiesta di confronto, di supporto da parte degli insegnanti si è pensato  ad una piattaforma per la condivisione di  materiali vari, unità di apprendimento, con un forum per il dialogo e il confronto di  opinioni, idee, commenti sugli alunni in generale, con bisogni speciali,  dsa , ma anche per discutere su strumenti, software da usare e quant’altro.

 

SCOPO DEL PROGETTO

 

  • E’ quello di definire un metodo di lavoro efficace, condiviso e ripetibile; che consenta il confronto e la standardizzazione di strutture autonome, ma coordinate, attraverso un’analisi iniziale dei rispettivi ambiti disciplinari, predisposizione di prove comuni condivise, verificando l’aumento delle coincidenze nelle macroaree, metodi di somministrazione, tempi di correzione prove scritte, linguaggio comune nella formulazione dei quesiti orali, delle griglie di comunicazione, criteri, attività di potenziamento e recupero;
  • di sistematizzarlo attraverso una piena condivisione degli insegnanti, verifica della realizzazione del lavoro comune con tabulazione comparativa delle prove e dei risultati rilevati,
  • di allestire una piattaforma su cui condividere materiali, u.d.a., schede, mezzi compensativi e di recupero in relazione alle difficoltà rilevate, affinché strumenti e strategie possano essere utilizzati da tutti i docenti e fruiti da tutti gli alunni

 

 

scala del sapere in rete logo   IL NOME

 

Nasce in continuitàcol progetto finanziato dalla Regione Liguria  “Scala del Sapere"  e,   solo in parte , per cui era stato rimodulato e ridimensionato in alcune fasi . Il progetto   attivato ha realizzato attività di accoglienza e continuità, a livello sperimentale, attraverso incontri fra le classi pilota per un lavoro comune su progetti inseriti nel POF ( educazione ambientale- educazione alla cittadinanza .

 L’occasione di realizzarlo in toto si verifica attraverso il bando informa della  logo  

Un progetto di formazione realizzato in collaborazione con gli Uffici Scolastici Regionali, con l’intento di sviluppare un modello di sostegno a supporto della qualità scolastica e dell’innovazione didattica su specifici ambiti tematici. 

 

Destinatari:
dirigenti e docenti delle scuole di ogni ordine e grado

 

Finalità:
• definire un modello di sostegno per lo sviluppo della qualità scolastica
• incoraggiare l’elaborazione e il trasferimento di buone pratiche 
• sostenere lo sviluppo di reti di scuole

 

Modello di intervento:
Sperimentazione tra reti di scuole sostenuta da attività di counseling e documentazione

 

Ambiti tematici:
• Educazione scientifica
• Integrazione multiculturale
• Tecnologie e nuove modalità di apprendimento
• Valutazione

 

Modalità di intervento:
• Prima fase - attività di presentazione e diffusione del progetto
• Seconda fase - progettazione e sperimentazione con il supporto di tutor esperti

 

Territori di riferimento:
• Liguria
• Marche 

 

Dopo il primo incontro di formazione “ IN-FORMA (INnovazione e FORMAzione) La scuola che progetta innovazione “ , con la presentazione delle quattro tematiche , a cui ha fatto seguito il dibattito , alcuni dei “futuri referenti” presenti manifestano il desiderio di partecipare; inizialmente le tematiche interessate erano due :

  • tecnologia e nuove modalità di apprendimento
  • valutazione

Nell’individuare i partners della rete viene coinvolta la scuola Media di primo grado “B. Strozzi” così si fa strada la convinzione di poter proseguire il progetto avviato precedentemente , quello legato alla valutazione,” La scala del sapere :gradino per gradino”

Considerate le nuove esigenze emerse, le difficoltà di apprendimento che gli insegnanti incontrano quotidianamente sia nel valutare, sia nell’individuare il disagio che sempre di più accompagna gli alunni nel processo di apprendimento, la considerazione del fatto che entrambe le scuole sono presenti nello stesso territorio e l’utenza è la stessa, matura l’dea di costruire insieme un curriculo comune per le scuole della primaria e verticale di raccordo con la scuola Media, strumenti , prove, linguaggi guidati da un filo comune, in modo da consentire a tutti gli alunni un passaggio graduale e sereno e agli insegnanti un supporto nel loro compito quotidiano di “valutazione”.

Inizialmente nella fase sperimentale il progetto è rivolto alle tre istituzione in rete e poi via via allargato al territorio e, essendo la Direzione Didattica di Sturla Scuola Polo regionale per la scuola in ospedale, alle scuole di provenienza dei bambini in cura presso l’Ospedale G. Gaslini che vengono da tutta Italia.

Così inizia l’avventura: i “ futuri referenti “delle tre istituzioni: 

 

Giovanna Astaldi      DIREZIONE DIDATTICA STURLA

Teresa Vrenna           DIREZIONE DIDATTICA QUARTO

Pino Gonella               SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO “B. STROZZI”

 

Nel secondo incontro con la Fondazione per la scuola della Compagnia di San Paolo alla quale partecipano, al termine del dibattito scelgono il tema della “Valutazione”.

Incontrano il Prof . Maraschiello, tutor incaricato dalla Fondazione che avrebbe seguito le scuole per la tematica della valutazione, insieme ad insegnanti di altre istituzioni scolastiche, che a loro volta avevano scelto la stessa tematica , iniziano a delineare i tratti del progetto, individuando nel filone della “La valutazione degli esiti di apprendimento per la riprogerttazione dell'offerta formativa" la possibilità di continuare il progetto “La scala del Sapere” iniziato a livello sperimentale in classi pilota.

Lavori in corso...

lavori in corso

Calendario eventi

December 2018
S M T W T F S
25 26 27 28 29 30 1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31 1 2 3 4 5